Blocchi in calcestruzzo cellulare

2022-06-25 07:49:03 By : Mr. Neo Gao

Il calcestruzzo aerato autoclavato, conosciuto anche come ytong, siporex e gasbeton, fu brevettato dall'Architetto Svedese J.A.Eriksson nel 1924. Dopo anni di studi e prove, sempre alla ricerca di un materiale che potesse sostituire il legno con uno che avesse la stessa lavorabilità, una lunga durata, una maggiore resistenza al fuoco, solidità e isolamento, nacque il cemento cellulare. Pochi anni dopo il brevetto, il cemento cellulare fu commercializzato con il nome di ytong che non è altro che una contrazione delle parole Yxhult e betong che significano rispettivamente il luogo in cui fu realizzato e il termine calcestruzzo in Svedese. Il cemento cellulare è un materiale da costruzione leggero, ha una elevata flessibilità, un buon isolamento termico e acustico, ignifugo e un'alta resistenza alla compressione che varia in funzione della densità del materiale.

Aggiungendo anche la sua facilità di lavorazione, rapidità di posa in opera e impermeabilità, i blocchi di calcestruzzo alleggerito ebbero così una rapida espansione in tutta Europa nella realizzazione di edifici privati, edifici industriali, alberghi, scuole, ospedali, ristrutturazioni, etc. Possiede caratteristiche di durabilità superiori a quelle di altri materiali da costruzione, resiste a condizioni climatiche estreme, migliora la qualità degli edifici oltre a ridurre i costi di costruzione e aumentare il valore immobiliario dell'opera.

Il calcestruzzo alveolare è un prodotto al 100% minerale, viene realizzato mediante l'impiego di cemento, calce, acqua, sabbia e polvere di alluminio, materie prime facilmente reperibili e presenti in grande quantità sulla terra, oltre a essere materiali compatibili con l'ambiente. È grazie alla polvere di alluminio che, reagendo con l'idrossido di calcio, si formano delle microbolle di idrogeno che fanno aumentare il volume del prodotto mediante una lievitazione chimica. Una volta raggiunta una consistenza solida, l'idrogeno viene rilasciato nell'atmosfera lasciando all'interno del prodotto delle bolle d'aria rendendo il materiale poroso e un ottimo isolante termico. La maturazione a vapore avviene in autoclave con una pressione tra i 9 e i 12 bar, una temperatura che può variare dai 170° ai 190°, per una durata di circa 12 ore, che fornirà al materiale le sue proprietà termomeccaniche. La sua principale caratteristica è il peso specifico che dipende dalla quantità di aria che contiene per mc. SI possono avere varie densità del prodotto finito che vanno dai 300 kg/mc fino ai 1600 kg/mc, con un peso specifico più leggero del comune calcestruzzo. Il cemento cellulare si può produrre in diverse dimensioni: dai blocchi di misure standard lisci o con incastro, oppure lastre e pannelli anche armati. Minore sarà il suo peso, maggiore sarà la sua quantità di aria per metro cubo che donerà al materiale maggior potereisolante. Il cemento cellulare prenderà la forma di blocchi alleggeriti e pannelli con l'aspetto di una pietra naturale di colore bianco e uniforme in ogni lato, di peso ridotto ma con ottime caratteristiche meccaniche.

Analizziamo ora le caratteristiche del calcestruzzo alveolare che lo rendono uno dei materiali più usati in edilizia.

Il basso peso dei blocchi in cemento cellulare, quasi il 50%in meno rispetto ad altri materiali, facilita il trasporto, la movimentazione, il sollevamento e soprattutto la posa in opera dove si raggiungono i 9 mq/ora. Utilizzando i blocchi alleggeriti con incastro, è possibile elevare pareti a piombo perfettamente allineate, con il conseguente minor utilizzo di malta che si traduce in un risparmio economico, oltre alla riduzione dei tempi di attesa di essiccazione. Altro vantaggio è la possibilità di poter tagliare, perforare e modellare i blocchi con estrema facilità, sia con attrezzatura manuale che elettrica, rendendoli idonei per tutte quelle lavorazioni che prevedono sagomature particolari per la personalizzazione degli ambienti. Dal punto di vista impiantistico, la realizzazione di tracce nelle pareti per il passaggio dei vari impianti, risulta facile, veloce e preciso. È possibile posare i rivestimenti direttamente sui blocchi in cls senza l'impiego di intonaco, in quanto le pareti non presentando irregolarità. Tutte queste caratteristiche permettono di ridurre sia i tempi tecnici che i costi di realizzazione dell'opera.

Sappiamo benissimo che l'aria è il miglior isolante termico. La presenza di micro bolle d'aria all'interno dei blocchi in cemento cellulare, fornisce al materiale delle ottime proprietà di isolamento termico. Si riduce così la posa in opera di altri materiali coibentanti usati per poter rispettare i parametri di isolamento termico previsti dalle vigente normativa. Il calcestruzzo poroso impedisce le perdite di calore, formando una barriera contro il calore esterno in estate e conservando il calore del riscaldamento all'interno in inverno, funzionando proprio come un climatizzatore naturale. La bassa conducibilità termica permette, a sua volta, un gran risparmio sulla bolletta energetica per la climatizzazione degli ambienti. Essendo un materiale che respira, lascia passare tranquillamente il vapore d'acqua che viene prodotto dagli occupanti di un ambiente e dalle attività quotidiane. Proprio questa respirazione risulta essenziale, al fine di evitare problemi di condensazione, umidità e la fastidiosissima e inestetica muffa. Laddove vi siano problemi di umidità è possibile realizzare delle doppie pareti per risolvere definitivamente il problema, vista l'alta resistenza all'assorbimento di acqua che ha il cemento cellulare. I blocchi alleggeriti sono particolarmente indicati per la costruzione di tutti quegli ambienti di produzione dove è necessario avere i livelli di temperatura controllati.

L'aria, oltre a essere un ottimo isolante termico, è anche un buon isolante acustico. Forma una barriera contro le onde sonore facendo sì che i rumori esterni e interni si attenuino, garantendo un indice acustico di circa 40 decibel, risultato raggiunto facilmente anche per la mancanza di ponti acustici. A differenza di altri materiali utilizzati nella costruzione di edifici, i blocchi alleggeriti riducono la necessità di utilizzare prodotti isolanti.

L'impiego di materie prime minerali come calce, acqua e sabbia nella realizzazione del cemento cellulare, ovvero di materiali non combustibili, fa sì che i blocchi utilizzati nella realizzazione delle pareti abbiano un ottimo comportamento al fuoco. In caso di incendio non brucia, non emette fumi tossici, non si formano crepe e può sopportare una temperatura di 1200° C circa. È possibile realizzare pareti e compartimentazioni tagliafuoco con una classe REI che aumenta con l'aumentare dello spessore delle pareti. Dunque, con una parete di soli 7,5 cm avremo una resistenza al fuoco REI 120, 10 cm REI 180, fino a raggiungere una classe REI 240 con uno spessore di 30 cm.

Un prodotto 100% minerale, che sommato all'autoclavato e alle alte temperature di produzione, lo convertono in un materiale inalterabile nel tempo. Il cls alleggerito possiede una durabilità superiore rispetto ad altri materiali da costruzione di fronte alle azioni di congelamento, alte temperature, umidità e attacchi chimici

Le ottime proprietà di isolamento termico e acustico dei blocchi in cemento cellulare, fanno sì che sia ideale per la realizzazione di muri di tamponamento esterno degli edifici. Sarà possibile realizzare le pareti esterne con un solo strato di blocchi, grazie all'elevato grado di isolamento, evitando così laboriose e costose pareti esterne formate dalle tradizionali doppie pareti. La regolarità delle pareti permetterà di usare uno strato minore di intonaco per livellare il muro sia all'esterno che all'interno.

I blocchi in calcestruzzo aerato sono usati specialmente per la realizzazione di tramezzature divisorie e opere interne, riuscendo a realizzare anche forme ondulate e complesse. I blocchi per le tramezzature sono prodotti sia lisci che con l'incastro, quest'ultimo per la realizzazioni più alte e non possono essere danneggiati da insetti o termiti. La rapidità di posa in opera abbassa notevolmente i tempi di realizzazione e i costi dell'opera; il basso peso del materiale riduce il carico sui solai. Inoltre, le pareti perfettamentepiane rendono le finiture interne veloci e semplici e consentono di posare direttamente i rivestimenti sulla parete. Anche la posa in opera degli impianti risulterà più agile e veloce grazie alla lavorabilità, taglio e sagomatura dei blocchi in cls, velocizzando la realizzazione delle tracce, il passaggio e il montaggio degli impianti.

Con il cemento alleggerito, oltre a produrre blocchi e mattoni, vengono prodotti anche lastre armate autoportanti e pannelli su misura per la realizzazione di tetti e solai. Per quanto riguarda i solai, con il montaggio dei pannelli realizzati su misura si otterranno grosse produzioni di solai e da subito praticabili, evitando così i lunghi tempi di maturazione del cemento e la posa delle casseforme.

L'utilizzo della polvere di alluminio durante il processo di fabbricazione dei blocchi di cemento alleggerito ha scatenato, in molte persone, l'allarme di una presunta tossicità del materiale. La polvere di alluminio è utilizzata per creare le microbolle all'interno del cls alleggerito che, tramite reazione chimica, consente al cemento di lievitare. Le pareti realizzate con blocchi di cemento cellulare, una volta terminate, vengono intonacate e rivestite, impedendo così la possibilità alla polvere di alluminio di disperdersi nell'ambiente. A questo punto possiamo dire che non vi sono rischi per la salute quando viene impiegato il cemento alleggerito nella realizzazione di opere.

Negli ultimi tempi, durante la redazione del progetto di un'opera, particolare attenzione viene rivolta alla scelta dei materiali da costruzione, in modo da ottenere opere a basso impatto ambientale. Oggi, quando viene scelto un materiale da adoperare nella realizzazione di un nuovo edificio, si valuta attentamente l'impatto sull'ambiente che può avere il reperimento delle materie prime, il processo produttivo e la riciclabilità del materiale una volta demolita l'opera, favorendo l'impiego di materiali ecologici. Vengono così privilegiati tutti quei materiali che si ottengono con un basso consumoenergetico con conseguente bassa immissione di anidride carbonica nell'atmosfera, inquinamento delle acque e scarti di lavorazione minimi o nulli. L'utilizzo di calcestruzzo poroso nell'edilizia è privilegiato rispetto ad altri materiali in quanto: - Le materie prime con cui viene realizzato il cemento cellulare prevede l'impiego di cemento, calce, acqua, sabbia e polvere di alluminio, materiali facilmente reperibili ed in grande quantità; - Il ciclo di produzione richiede bassi consumi energetici con un basso inquinamento atmosferico; - Durante la produzione i residui che si generano vengono riutilizzati tranquillamente in altre lavorazioni; - Il materiale, una volta demolito, può essere trasportato a discarica e viene classificato come rifiuto inerte; - Ha un valore bassissimo di radioattività rispetto ad altri materiali da costruzione, quindi il suo utilizzo non presenta un rischio per la salute dell'uomo. Gli edifici costruiti con i blocchi cellulari autoclavati consumano una minoreenergia nel climatizzare gli ambienti, raggiungendo un risparmio energetico quasi del 50%.

Il cemento cellulare può essere prodotto in varie dimensioni, dando vita a blocchi lisci, con incastro, pannelli e lastre anche armate di varie misure.

Il prezzo varierà a seconda delle dimensioni, tipo e densità del prodotto. Tra i principali produttori presenti sul mercato Italiano troviamo Xella Italia Srl con i blocchi ytong e Bacchi Spa con i blocchi Gasbeton.

Testata Giornalistica online registrata al Tribunale di Napoli n.19 del 30-03-2005

Copyright 2022 © MADEX Editore S.r.l. P.IVA IT06813071211. Iscrizione REA 841143/NA del 26-01-2011 Capitale Int. Vers. 10K. Iscrizione R.O.C. n.31997. MADEX Editore Srl adotta un modello di organizzazione, gestione e controllo ai sensi del D.Lgs 231/2001. LAVORINCASA e il logo associato sono marchi registrati 2000-2022 MADEX Editore S.r.l. Tutti i diritti riservati.